Rinascita in acqua calda: per liberarsi dagli schemi limitanti di nascita

Cos’è

La respirazione energetica in acqua calda è una tecnica molto potente basata sul rilassamento e sull’ascolto delle proprie emozioni, per rimuovere vecchi schemi * e condizionamenti legati alla nascita e trarre subito dei giovamenti nella vita quotidiana.

Iniziamo la nostra vita nell’elemento acqua: per nove mesi restiamo in contatto con il liquido amniotico e ne siamo protetti. I suoni e tutti i fenomeni esterni vengono filtrati e addolciti.

Questa tecnica aiuta a superare ansie, stress e favorisce il recupero consapevole della propria vitalità, voglia di vivere, gioia, benessere.

Preparatevi a ottenere dei risultati davvero sorprendenti.

* Per avere maggiori informazioni sugli schemi di nascita e i relativi traumi di condizionamento, ti consigliamo di leggere il nostro articolo; ti può essere molto d’aiuto anche l’articolo scritto da Bianca Brandimarte sulla sua esperienza di “rinascita” e sulla nascita di suo figlio Davide.

Un po’ di storia del rebirthing

Negli anni Settanta, quando Leonard Orr cominciò a diffondere la pratica della respirazione consapevole, le sessioni si svolgevano esclusivamente in acqua. Orr, infatti, in quella fase era ancora convinto che i benefici effetti di quelle sessioni fossero da attribuire al fattore “acqua calda”, visto come surrogato del liquido amniotico sperimentato nella vita intrauterina.

Orr faceva immergere i clienti in una vasca riscaldata a 37/38 °C (corrispondente alla normale temperatura corporea) e li invitava a chiudere le narici con una pinza, di quelle utilizzate dai nuotatori, e a respirare servendosi di un boccaglio da snorkeling.

La vasca era predisposta per accogliere in media dalle 3 alle 7 sette persone le quali, effettivamente, nel corso della sessione rivivevano momenti legati alla loro nascita e all’infanzia e, sotto la supervisione dell’insegnante, riuscivano a modificare il proprio modo scorretto di respirare.

Ci volle un po’ di tempo per comprendere che non era l’acqua calda a scatenare le esperienze di rinascita, quanto piuttosto il modo di respirare che, grazie anche alla mediazione del boccaglio, diventava più profondo e cadenzato rispetto a quello sperimentato nella quotidianità.

A seguito di questa scoperta nacque il Rebirthing “a secco”.

Come arriviamo ora a respirare in acqua calda

Ora noi pratichiamo la respirazione insegnandola prima di tutto a secco su un comodo materassino e solo in un secondo tempo consigliamo di provare la respirazione in acqua calda.

Il motivo è che il Rebirthing svolto in acqua calda è molto intenso: è necessaria una preparazione approfondita e consolidata per riuscire agevolmente a integrare i sentimenti e i pensieri che riaffiorano dall’inconscio e in questo setting, è indubbio, vengono liberati più facilmente i ricordi legati al periodo trascorso nel grembo materno alla nascita.

Non come ricordi precisi, naturalmente difficili da recuperare e nemmeno è necessario farlo, ma come sensazioni ed emozioni.

La nostra memoria cellulare ha immagazzinato ogni impressione dei primi momenti di vita ed è importante andare a recuperare alcuni vissuti per comprendere il nostro modo di vivere oggi, che potrà diventare sempre più libero una volta che impariamo a lasciare andare le zavorre dei condizionamenti della nascita.

Cosa succede durante il corso

Durante la parte teorica del corso verranno spiegate le varie modalità di nascita dell’essere umano e come queste condizionano il nostro modo di comportarci.

Verrà fatta della teoria sulla nascita ecologica e di come sia importante rispettare i tempi e le modalità di ognuno in tutta sicurezza;  ci sarà un lavoro specifico sulla nascita di ognuno. Verrà consegnato del materiale didattico a supporto di questo lavoro.

Ci saranno durante il corso dei momenti di riposo, di rilassamento, momenti di lavoro comune e momenti in cui con un partner si farà la propria respirazione in acqua.

Si verrà seguiti in ogni passo della propria respirazione sia dal proprio partner che dagli assistenti, sia dall’esperienza di Daniela che fa respirare gruppi di persone in acqua calda dal 1996, diventando una vera esperta in questo lavoro cosi intimo e straordinario.

Daniela nel 1988 ha partorito con nascita naturale suo figlio, e preparandosi a tale evento era già convinta dell’importanza di alcune caratteristiche che il parto deve avere.

Queste tematiche vengono insegnate durante questo corso così da poter ben comprendere come i partecipanti siano nati sia per promuovere una coscienza etica della nascita.

Cosa può fare per te questo corso

Con la sessione in acqua calda potrai:

  • Respirare in modo più potente e quindi liberare il tuo respiro
  • Diventare consapevole, ancora di più, dei pensieri limitanti che hai e che ti condizionano
  • Rilassare il tuo corpo e cambiare il tuo contatto con esso
  • Comprendere cosa vuol dire per te la fiducia
  • Comprendere veramente e nella pratica quali memorie cellulari ti porti dal momento della nascita
  • Andare verso soluzioni per vivere meglio
  • Diventare libero dalle memorie limitanti
  • Godere del momento presente
  • Liberarti da memorie dolorose del corpo
  • Godere pienamente del tuo respiro ritrovato

A chi è consigliato

  • A tutti coloro che hanno già una preparazione nella respirazione “a secco” e vogliono sperimentare la potenza della respirazione nell’acqua calda
  • A chi vuole conoscere il nostro metodo di lavoro con l’acqua calda
  • A chi vuole comprendere come la propria nascita incide sulla vita di tutti i giorni
  • A chi vuole passare un week end piacevole con un panorama incantevole, con l’energia dell’acqua e del fuoco, dato che faremo delle cerimonie davanti al camino la sera
  • A tutti quelli che vogliono fare un salto in avanti nella propria comprensione di sé e delle proprie relazioni, dato che il nostro schema di nascita condiziona il modo in cui ci relazioniamo

FAQ (risposte alle domande più frequenti)

“Se dovessi non sentirmi di provare, posso rinunciare?” Certo, non c’è niente di obbligatorio nei nostri corsi.

“Sarò assistita/o da qualcuno durante la respirazione?” Ognuno avrà un partner con cui scambiare, in momenti diversi la seduta; inoltre ci sono gli assistenti e la presenza fissa di Daniela nella grotta.

“Quante persone respirano contemporaneamente?” Due alla volta più i due partner che assistono, ai quali verrà spiegato come fare.

“Dove si respira?” In una grotta molto piacevole dove l’acqua è bassa e si tocca. C’è un ricambio continuo dell’acqua e un posto dove stendersi comodamente una volta fuori dall’acqua.

“Si provano delle emozioni particolari o forti in quel momento?” Ognuno ha un’esperienza diversa, non c’è una sessione uguale all’altra. Si viene preparati a gestire qualunque emozione e si può smettere di respirare in qualunque momento. Nei nostri corsi vengono anche donne in gravidanza. E’ una pratica totalmente sicura.

“Può capitare di non sentirsi bene? Cosa potrebbe succedermi?” Può capitare di sentirsi deboli quando si esce dall’acqua ma ci si riprende in pochi minuti. Abbiamo fatto respirare in acqua calda centinaia di persone maturando una grande esperienza sull’argomento.

“Se non ho mai respirato, posso farlo lo stesso?” Meglio prepararsi con qualche sessione a secco per potersi godere pienamente l’esperienza che senza preparazione durerebbe solo pochi minuti. E’ importante aver appreso la respirazione connessa, senza pause, prima di entrare in acqua.

“Si viene preparati all’esperienza?” Certamente, la sera del venerdi e il sabato mattina c’è la teoria e si spiega tutto nei minimi dettagli.

Questo corso è aperto solo a chi ha già frequentato la Scuola.

Clicca qui per le informazioni logistiche su questo evento

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI AGLI RSS