Un percorso ricco di soddisfazioni

Un percorso ricco di soddisfazioni

Un percorso ricco di soddisfazioni

Vediamo come possiamo, nel corso del nostro percorso di crescita, produrre dei cambiamenti più efficaci e duraturi. Per prima cosa abbiamo bisogno di andare in profondità, di conoscerci meglio, di comprendere come e per quale motivo reagiamo in un dato modo o ci succedono sempre le stesse cose in maniera ripetitiva. Alcuni comportamenti derivano da ferite e sistemi di credenze che abbiamo sviluppato a causa di traumi e di condizionamenti negativi. Il processo di cambiamento richiede dunque del tempo perché le nostre vecchie abitudini e convinzioni rispetto alla vita e a noi stessi sono profondamente impresse. Per molti anni alcuni di noi hanno vissuto inconsapevolmente credendo a tutto quello che gli altri ci dicevano; e spesso siamo stati troppo spaventati per fare un cambiamento. Per avere una trasformazione veramente duratura possiamo pensare di voler iniziare un viaggio di risveglio e di guarigione e diventare disposti a metterci l’impegno e il tempo di cui abbiamo bisogno.
Per alcuni però è una questione di orgoglio. Infatti, impegnarsi in un percorso equivale all’accettazione di non farcela da soli, (concetto spaventoso per molti che non vogliono ammettere nessun tipo d’impotenza), ignorando che è proprio questa ammissione a creare le condizioni indispensabili per farcela. Diventare “dipendenti” e “bisognosi” in modo sano, temporaneo e costruttivo, creerà le basi per una nuova autonomia. Quando avevamo davvero bisogno di essere dipendenti, cioè nella nostra infanzia, qualcosa non ha funzionato; ecco che allora abbiamo bisogno di riprenderci le parti di noi che si sono sentite perse e non accudite. Per affrontare questo processo la dipendenza da un terapista, un insegnante, un gruppo, per il tempo necessario, diventa utile per comprendere, conoscere, imparare, studiare, meditare e così via, per potersi poi staccare e diventare autonomi. Oppure, se si diventa Counselor, cambiando tipo di rapporto rendendolo professionale e adulto. In entrambi i casi, quando avremo di nuovo un bisogno, sapremo di poter contare su un aiuto e di trovare in esso il giusto nutrimento; questo ci porterà ad una nuova fase di sviluppo. Quando avremo scardinato gli schemi, costruiti durante l’infanzia per proteggerci dalla sofferenza e per garantirci la sicurezza fisica ed emotiva assicurandoci l’approvazione degli altri, finalmente ci godremo questo nuovo stato di benessere. In pochi credono di poter cambiare realmente la propria vita: questo invece è possibile.
Certamente per poter mettere in pratica questa strategia (diventare dipendenti da un metodo, un insegnante, un terapista o un gruppo per un periodo che io definisco di apprendimento di nuove abitudini) bisogna che questi sia una persona o un metodo serio che vi aiuti a diventare indipendenti e che non crei una dipendenza malsana: intendo dire di non rimanere con chi vi da la sensazione di portarvi via il vostro potere e la vostra verità e nemmeno con chi vi tratta male e non vi rispetta con scuse del tipo: “lo faccio per il tuo bene” o “ti provoco così reagisci”. Non abbiamo bisogno, per crescere, di metodi violenti o disapprovanti esattamente come non ne avevamo bisogno mentre crescevamo ed eravamo bambini indifesi e innocenti.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

ISCRIVITI AGLI RSS